Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Zeamarine prova a tranquillizzare il mercato sulla ristrutturazione in corso

A distanza di un paio di mesi dall’annuncio della necessaria ristrutturazione finanziaria del gruppo, la compagnia di navigazione break-bulk Zeamarine è tornata a parlare della riorganizzazione aziendale in corso cercando di tranquillizzare il mercato.

Finora sono state sottoposte a una sorta di procedura concordataria Zeamarine Bremen, Zeamarine Germany e Zeamarine Chartering, il ramo d’azienda delle attività svolte in Nord America è stato ceduta alla neocostituita Intermarine così come nove navi multipurpose sono passate nelle mani della compagnia concorrente United Heavy Lift mentre la gestione commerciale di altre dieci unità è stata trasferita alla Hc Cartering.

L’intera lista di navi del vettore marittimo tedesco è stata rimossa dal sito web e non è chiaro al momento se Zeamarine riuscirà, ed eventualmente come, a sopravvivere. Una possibilità è quella che subisca un drastico ridimensionamento ma che possa comunque proseguire l’attività. Al momento la compagnia deve operare all’interno dei rigidi paletti imposti dalla procedura di ristrutturazione concordata con il tribunale e voluta dai creditori.

In Italia Zeamarine è rappresentata dall’agenzia marittima Hugo Trumpy e regolarmente scala il porto di Genova per l’imbarco e sbarco di project cargo e spedizioni break-bulk.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY