Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Incagliata una nave con 275.000 tonnellate di iron ore a bordo

La very large ore carrier Stellar Banner, nave costruita nel 2016 e di proprietà della società sudcoreana Polaris Shipping, nelle scorse ore si è arenata al largo delle coste brasiliane dopo aver lasciato il terminal portuale di Vale a Ponta da Madeira, nella regione di Maranhao.

L’incidente è stato confermato sia dalla stessa shipping company che dal gruppo minerario  Vale, secondo il quale l’equipaggio composto da 20 marittimi è stato evacuato dalla nave che attualmente si trova a circa 100 km al largo.

Secondo i rapporti locali, il capitano della nave ha volutamente portato la nave a incagliarsi su un banco di sabbia dopo che lo scafo ha iniziato a imbarcare acqua inclinandosi da un lato. Questa manovra è stata condotta per evitare che la nave si inclinasse ulteriormente e rischiasse di affondare. Le cause per cui la Stellar Banner ha iniziate a imbarcare acqua sono attualmente oggetto di indagine.

I dati sul traffico marittimo mostrano che la nave era diretta a Qingdao, in Cina, e vari rapporti indicano che avesse a bordo circa 275.000 tonnellate di minerale di ferro appena caricato.

Per Polaris Shipping questa disavventura arriva a pochi giorni di distanza dal giudizio di colpevolezza ricevuto per non aver segnalato difetti sulla nave Vloc (convertita) Stellar Daisy affondata nell’Oceano Atlantico meridionale nel 2017, causando la perdita di 22 vite umane.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Polaris Shipping VLOC runs aground off Brazil