Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il traghetto Rhapsody di Gnv in isolamento per un caso di Covid-19 a bordo (AGGIORNATO)

Un passeggero nordafricano che ha viaggiato a bordo della nave Rhapsody della Gnv ora attraccata a Genova è risultato positivo in Tunisia al Covid-19 e l’equipaggio del traghetto, una cinquantina di persone, è stato messo in quarantena dai medici del 118. La notizia è stata confermata dalla capitaneria di porto di Genova. La scoperta della positività è stata diramata la scorsa notte ed subito ed è scattato la procedura prevista per isolare le persone potenzialmente infette.

Impossibile per ora avere notizie sui passeggeri, alcune centinaia, che hanno viaggiato a bordo della nave e potenzialmente venuti a contato con il viaggiatore positivo al coronavirus.

Attualmente il traghetto Rhapsody, che abitualmente opera sulla rotta fra Italia e Tunisia,  si trova ormeggiato presso l’area delle riparazioni navali del porto di Genova e a bordo sono in corso approfondimenti per capire lo stato di salute dell’equipaggio.

In una nota la compagnia di traghetti Grandi Navi Veloci ha fato sapere quanto segue:

“In merito alla segnalazione da parte degli Uffici di Sanità Marittima, la compagnia precisa che la persona che a Tunisi è risultata positiva al test da Coronavirus ha effettuato l’esame solo alcuni giorni dopo l’arrivo in Tunisia. La nave, che come pianificato da tempo è attualmente in sosta per lavori di manutenzione, non è in quarantena, in quanto non vi sono casi effettivamente rilevati a bordo, tuttavia al fine di garantire l’isolamento con sorveglianza attiva dei marittimi domiciliati è stato temporaneamente inibito l’accesso a terzi. Non risultano al momento segnalazioni di alcun tipo da parte dell’equipaggio e c’è un costante monitoraggio in collaborazione con le autorità preposte”.

Grand Navi Veloci infine precisa che “la compagnia ha da tempo costituito un apposito comitato interno di coordinamento per garantire la più efficace e tempestiva implementazione delle misure di prevenzione disposte e raccomandate dalle autorità competenti. In generale,  a tutela della salute dei propri passeggeri, la compagnia ha attivato una serie di misure che comprendono un rafforzamento delle attività già previste di sanificazione e igienizzazione delle proprie navi, la diffusione a bordo delle informazioni previste dalle autorità sanitarie in materia di prevenzione e l’introduzione di uno screening prima della partenza delle condizioni di temperatura dei passeggeri, anche nei casi in cui questo non sia previsto dalle singole autorità portuali”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY