Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Genova perde la linea diretta di Maersk e Cma Cgm con il Sud America

Dal prossimo mese di aprile il porto di Genova non sarà più collegato direttamente con la costa est del Sud America dalle compagnie di navigazione Maersk Line e Cma Cgm.

Dall’ultimo report settimanale di Dynaliners si apprende infatti che il servizio regolare Sirius 1 (per Cma Cgm) o Bossa Nova (per Maersk) non scalerà più nel Mediterraneo i porti di Malta Freeport, Genova, Barcellona e Valencia ma solo gli hub di Algeciras e Tangeri. Lo scalo ligure (finora la linea toccava il terminal Psa Genova Prà) sarà dunque servito in transhipment.

Su questa linea attualmente vengono impiegate otto navi portacontainer di capacità compresa fra 7.500 e 10.000 Teu ma da aprile diventeranno sei in virtù di questa razionalizzazione della rotta.

La nuova rotazione del servizio sarà dunque la seguente: Algeciras, Tangeri, Salvador, Santos, Paranagua, Itapoa, Rio Grande, Itapoa, Itajai, Santos, Itaguai, Tangier e di nuovo Algeciras.

A proposito invece del peak season surcharge appena annunciato da Maersk per i container provenienti dall’Italia e diretti al Medio Oriente e al Sud-Est Asiatico, anche Cma Cgm nelle scorse ore ha reso noto un rincaro dei noli applicabile a partire da metà Marzo prossimo pari a 200 euro per ogni container (da 20 o da 40 piedi). Il surcharge si applicherà ai container con origine da tutti i porti di Mediterraneo, Nord Africa e Mar Nero diretti verso Medio Oriente, India, Pakistan & Sri Lanka.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY