Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Nel porto di Taranto è andato in scena il valzer delle gru mobili

Negli ultimi giorni il porto di Taranto è stato teatro di un ‘valzer di gru mobili’ trasferite via nave da alcune banchine ad altre dello stesso scalo.

Secondo quanto appreso da SHIPPING ITALY la nave multipurpose UHL Fusion della compagnia armatoriale tedesca United Heavy Lift di Amburgo ha effettuato il trasferimento di quattro gru mobili all’interno del porto pugliese per conto di Peyrani Sud, impresa portuale parte del gruppo Peyrani Trasporti specializzato in sollevamenti e trasporti eccezionali.

Più nel dettaglio i trasferimenti sono stati i seguenti: una gru Gottwald Hmk 20E da circa 350 tonnellate dal Molo Polisettoriale è andata al IV sporgente Ponente, una macchina Reggiane Mhc 115 da 250 tonnellate sempre dal Molo Polisettoriale è stata trasferita al I sporgente, una Lieber Lhm 550 da 450 tonnellate dal V sporgente è stata risposizionata al IV sporgente Levante e infine una gru Reggiane Mhc 200 da circa 350 tonnellate dal IV sporgente Ponente si trova ora al IV sporgente Levante.

I protagonisti di questo valzer di gru sono stati come agenzia marittima Marco Caffio per conto dell’agente generale Minucci di Marghera, come coordinatore delle operazioni il Capt. Luigi Guida della GM Shipping di Taranto e come impresa portuale appunto la Peyrani Sud.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY