Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Accordo sul debito firmato da Pb Tankers. A Pillarstone vanno 4 navi

Pillarstone, la piattaforma industriale e finanziaria creata da Kkr Capital per supportare il rilancio di aziende in difficoltà, ha concluso l’operazione di ristrutturazione del debito della società armatoriale Pb Tankers e il conseguente deposito ai senti dell’art. 182 bis Legge Fallimentare presso il Tribunale di Roma. La società, controllata dalla famiglia Barbaro  e specializzata nel trasporto marittimo di greggio e derivati del petrolio, opera con una flotta di cinque navi cisterna costruite e gestite secondo alti standard di qualità e l’indebitamento si aggira intorno ai 100 milioni di euro.

L’operazione, il cui imminente closing era stato annunciato da SHIPPING ITALY pochi giorni fa, prevede il conferimento in due fasi di quattro navi MR2 di Pb Tankers in Finav, il Fondo creato da Pillarstone Italy per la gestione di crediti nel settore dello shipping, che ad oggi ha in gestione asset per un controvalore di più di 500 milioni di euro nei confronti di nove società armatoriali italiani. L’operazione odierna rafforza anche la capacità operativa di Premuda, l’azienda di proprietà di Pillarstone Italy a cui fanno capo le operazioni di gestione di una flotta che raggiungerà le 36 unità entro la fine dell’anno.

Gaudenzio Bonaldo Gregori, amministratore delegato di Pillarstone Italy, ha sottolineato: “Questa operazione consolida il ruolo di Finav come player leader nel settore dello shipping in Italia. Manteniamo l’operatività della flotta in Italia e continuiamo a investire in una logica puramente industriale per proseguire la crescita e diventare sempre più efficienti e competitivi sui mercati globali, pronti a cogliere sfide che la pandemia di Covid-19 ci pone. Ringraziamo gli azionisti e il management di Pb Tankers con cui in questi mesi abbiamo avviato e avuto una proficua collaborazione”.

Gianni Barbaro, consigliere delegato della controllante Pietro Barbaro Spa, ha aggiunto: “L’accordo contribuisce in maniera significativa al processo di ristrutturazione di Pb Tankers, la cui attività era stata lo scorso anno bloccata e messa a repentaglio dalla temporanea ingiustificata iscrizione nella lista dei soggetti sanzionati Ofac. L’accordo consente a Pb Tankers di ripristinare il proprio equilibrio economico/finanziario garantendone la continuità aziendale e la prosecuzione dell’attività di impresa”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Read the English version of the article on Splash247:

PB Tankers survives with Pillarstone swooping for four of its tankers