Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Mura: Tirrenia Cin è ripartita, la sede di Napoli non chiude e il dialogo coi creditori prosegue

I sindacati confederali dei lavoratori marittimi (Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti) hanno appena reso noti i contenuti dell’incontro avuto in video conferenza con i vertici della società Tirrenia Cin per parlare della situazione dell’azienda in considerazione anche dell’emergenza sanitaria mondiale in atto.

“L’amministratore delegato (Massimo Mura, ndr) ha evidenziato una buona, seppur lenta, ripresa del traffico relativo al settore passeggeri e una buona tenuta del trasporto delle merci e per effetto delle nuove disposizioni, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, sono stati riaperti i servizi di bordo (bar e ristoranti) con un incremento importante di imbarchi di personale alberghiero, seppur in maniera ridotta rispetto alle percentuali che si riscontravano nello stesso periodo dell’anno precedente” è scritto in una comunicazione dei sindacati. “Ci è stato rappresentato il progetto di impiego di tutte le navi in dotazione senza nessun ricorso al Fondo Solimare per il personale navigante, cosa che invece, interesserà ancora in parte il personale amministrativo”.

A proposito del personale di terra Mura “ha informato – si legge – che la decisione e il provvedimento di chiusura della sede di Napoli, al momento rimarranno sospesi e pertanto non verranno posti in atto i trasferimenti del personale”.

Ai sindacati è stato detto che sul piano commerciale “si sta registrando una moderata ripresa delle prenotazioni che lascia prevedere degli spiragli positivi per la ripresa così come del resto potrebbe incidere positivamente sulla partita nel confronto con i creditori, ad oggi ancora aperta”.

Sul tema della convenzione per la continuità territoriale con la Sardegna, la Sicilia e le Tremiti, l’a.d. di Tirrenia Cin ha ovviamente espresso un giudizio positivo per la proroga di un altro anno indicata dall’ultimo decreto Rilancio e attende la convocazione presso il Mit per definire gli aspetti tecnici.
Su quest’ultimo argomento, i sindacati confederali hanno richiesto un incontro specifico alla ministra dei trasporti, Paola De Micheli, “al fine di confrontarsi sui termini del bando di gara che verrà espletato per le tratte in convenzione, oltre alla questione della clausola sociale, più volte confermata alle scriventi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY