Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

La raffineria Eni di Milazzo è tornata a importare greggio dal Venezuela

Un carico di greggio venezuelano è appena arrivato alla raffineria siciliana di Milazzo gestita da Eni e da Kpc. Secondo quanto riportato da Argus il carico (1 milione di barili di petrolio grezzo) ha viaggiato a bordo della nave Delta Tolmi della società armatoriale greca Delta Tankers ed è stato il primo trasporto dal Venezuela alla raffineria di Milazzo da febbraio 2019 a oggi.

Altri due carichi di greggio sono in arrivo a Milazzo: il primo sono 750.000 barili di petrolio in arrivo dal Baltico (Russia) e l’altro è rappresentato da 700.000 barili dagli Stati Uniti. Il ritmo elevato di spedizioni di greggio verso Milazzo lasciano presagire una significativa ripresa della produzione di raffinati dopo lo stoccaggio di prodotto degli ultimi mesi a causa dell’emergenza Covid-19. La raffineria a maggio aveva ricevuto 145.000 barili/giorno, a giugno 90.000 barili/giorno e a luglio il trend dovrebbe essere in netta risalita.

L’export di greggio venezuelano è ormai da diversi mesi oggetto di embargo da parte degli Stati Uniti. Nelle scorse settimane MilanoFinanza aveva informato che Pdvsa, la compagnia petrolifera di Stato venezuelana, non ha mai interrotto i pagamenti nei confronti di Eni, anche se sotto forma di forniture di greggio. Alla fine del primo trimestre di quest’anno, il credito di Eni nei confronti di Pdvsa era stabile a circa 800 milioni di euro.