Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Decreto Agosto: Confitarma soddisfatta ma chiede interventi strutturali

“L’inserimento nel Decreto Agosto delle misure che riconoscono un concreto sostegno alle aziende operanti con navi iscritte nel Primo registro, proposte dalla Ministra Paola De Micheli, e approvate dal Consiglio dei Ministri del 7 agosto, sono motivo di grande soddisfazione per Confitarma che ha sostenuto con forza tali provvedimenti in tutte le sedi istituzionali”. Queste le parole con cui la Confederazione Italiana Armatori ha commentato le misure contenute nell’ultimo provvedimento normativo appena approvato dal Governo Conte.

“Oltre a riconoscere l’esigenza di consentire la ripartenza delle crociere, dopo alcuni ‘incidenti di percorso’, è stato dato il giusto riscontro positivo alle istanze presentate e sostenute con forza dalla Confederazione Italiana Armatori in merito all’esigenza di misure per dare almeno un ristoro parziale a tutte le aziende con unità iscritte nel Primo registro, e non solo per quelle del cabotaggio minore, come ad esempio quelle che operano nel bunkeraggio marittimo, che hanno registrato notevoli perdite di fatturato in questo periodo di crisi per la pandemia Covid19” afferma Mario Mattioli, presidente di Confitarma.

Secondo Mattioli, però, “non meno importanti sono le misure previste per la compensazione dei danni subiti tra febbraio e dicembre 2020 dal comparto del trasporto marittimo di lungo raggio a causa della riduzione dei loro ricavi. La Ministra De Micheli ha rispettato l’impegno ed ora l’auspicio è che l’iter parlamentare di conversione del Decreto Agosto confermi tali misure di fondamentale importanza per un settore come quello marittimo che ha dimostrato di essere fondamentale per l’economia e la vita quotidiana del Paese anche durante l’attuale crisi pur dovendo affrontare enormi difficoltà”.

Il presidente di Confitarma ha concluso che “il settore avrebbe bisogno di interventi strutturali specie in vista del prossimo autunno che non si prospetta affatto facile”.