Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

La ripartenza di Costa Crociere è fissata (per ora) al 20 settembre

Dopo il semaforo verde alla ripartenza delle crociere acceso dal Governo con un provvedimento inserito nel decreto Agosto e l’immediato annuncio di Msc Crociere che già da domenica prossima (16 agosto) farà tornare a salpare la sua prima nave (Msc Grandiosa) dal porto di Genova, in tanti si domandano per quale motivo Costa Crociere non abbia ancora reso noto la data in cui ripartiranno i suoi itinerari.

Due giorni fa una nota del gruppo ha riportato le parole dell’amministrato delegato Michael Thamm che si è limitato a dire: “La graduale ripresa delle nostre attività darà sollievo al tessuto economico e turistico locale e ai nostri 5.000 fornitori e partner commerciali e agli oltre 7.500 agenti di viaggio che, in Italia, hanno sofferto a causa della lunga pausa che abbiamo vissuto”. Thamm ha poi aggiunto: “La ripresa delle nostre operazioni è però, in questa fase, anche una grande responsabilità nei confronti dei nostri ospiti, dei membri del nostro equipaggio e degli abitanti delle comunità che visitiamo con le nostre navi. Nei prossimi giorni, lavoreremo a stretto contatto con le autorità nazionali, locali, i porti e i terminal, il Rina, e internamente, per la piena attuazione dei protocolli emessi dal Governo italiano in modo da poter garantire, tutti insieme, un riavvio regolare, organizzato e sicuro delle nostre crociere, sia a bordo sia a terra. A breve saremo quindi lieti di annunciare il programma completo dei nostri itinerari per consentire così a migliaia di affezionati ospiti Costa di tornare a navigare di nuovo con noi per la vacanza che è loro mancata in questi mesi”. Nessun dettaglio in più finora né sulla data di ripartenza né sui porti che verranno scalati.

Il sito web della compagnia negli ultimi giorni è stato aggiornato e l’offerta commerciale ad oggi disponibile per l’acquisto parte dal 20 settembre con un itinerario di quattro giorni (tre notti) a bordo di Costa Fascinosa con partenza da Savona e scali a Marsiglia, Barcellona (con sosta di appena 6 ore in porto) e ritorno nel porto ligure. Prezzi a persona a partire da 359 euro. Questa sarebbe dunque, ad oggi, la crociera della ripartenza, cui farà seguito un altri itinerario simile proposto con Costa Diadema sempre da Savona e con toccate a Barcellona, Marsiglia e ritorno nella città della Torretta. Dai giorni successivi potrebbero progressivamente rientrare in linea più navi ed essere riattivati altri itinerari anche di sette giorni.

Non è chiaro al momento se Costa Crociere abbia in previsione di anticipare la ripartenza anche prima del 20 settembre (come è probabile) o se invece intenda attendere ancora più di un mese prima di far salpare la sua prima nave post-Covid.

La compagnia ‘sorella Aida’, marchio dedicato alla clientela tedesca ma con navi battenti bandiera italiana, ha appena annunciato che i suoi itinerari ripartiranno il 6 settembre dopo il rinvio di circa un mese dovuto alla mancanza di autorizzazioni da parte dello Stato di bandiera dove è iscritta la flotta (l’Italia appunto).

A proposito della ripartenza delle navi Costa c’è infine un ultimo aspetto da sottolineare. Se i primi itinerari post-Covid prevedranno, come pubblicizzato attualmente sul sito della compagnia, toccate in diversi Paesi esteri oltre quelli italiani, l’emendamento ad hoc per la compagnia genovese il cui inserimento è stato ottenuto con fatica all’interno del decreto Rilancio si sarà rivelato uno sforzo inutile. Per settimane i vertici di Costa e di Confitarma si sono infatti battuti a Roma affinché fosse concesso alla compagnia di poter usufruire dei consueti sgravi contributivi e fiscali anche se le sue navi sarebbero state impiegate solo su rotte di cabotaggio con toccate esclusivamente in porti italiani.