Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il Ministero dei Trasporti prepara un nuovo elenco di navi per ospitare migranti



“Il Mit ha previsto di procedere alla costituzione di un Elenco di unità navali battenti bandiera italiana e\o comunitaria. Il proposito è quello di ricorrere a tale Elenco per affidare il servizio di assistenza e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, così come dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020”.

Così si legge in una nota pubblicata sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che precisa come il servizio potrà essere esteso anche ai migranti che giungono sul territorio nazionale in modo autonomo attraverso le frontiere terrestri, ove non sia possibile individuare altre aree o strutture da adibire ad alloggi.

Al fine di procedere alla costituzione di questo elenco il dicastero romano fa sapere come sia necessario avviare la procedura per la presentazione delle relative istanze da parte dei soggetti interessati. “Tale procedura, espletata in attuazione dei Decreti del Capo Dipartimento della protezione civile n. 1287 del 12 aprile 2020, n. 2944 del 18 agosto 2020 e n. 3012 del 29 agosto 2020, nonché degli atti connessi e successivi, è volta alla catalogazione degli assetti navali disponibili, in modo da poter fronteggiare con tempestività le ricorrenti emergenze sanitarie derivanti dall’arrivo dei migranti sul territorio nazionale” spiega la nota.

Gli operatori economici interessati devono presentare apposita istanza entro le ore 10.00 del 15 settembre prossimo. Fra i requisiti minimi posti dal Ministero rimane la “Disponibilità di un numero di cabine atte ad ospitare da un numero minimo di 250 migranti a un numero massimo di 400 migranti in regime di quarantena” e “Metri lineari di ponte carico non inferiore a 300 metri”.