Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Triplo acquisto di navi portacontainer da parte di Msc in pochi giorni



Mediterranean Shipping Company ha appena avviato una campagna acquisti di naviglio usato per il trasporto di container.

Diversi report di broker navali segnalano infatti che il vettore marittimo elvetico fondato da Gianluigi Aponte avrebbe appena messo a segno l’acquisto della SM Tacona, una portacontainer da 5.500 Teu di portata vecchia di 20 anni pagata circa 10,5 milioni di dollari.

La nave era già stata ceduta al cash buyer Gms che però aveva deciso di non demolirla provando a sondare l’interesse del mercato per rivenderla come nave in attività. Progetto che è appena riuscito con la cessione proprio alla shipping company svizzera della SM Tacona.

Appena pochi giorni fa sempre Msc si era già messa in evidenza sulmercato della compravendita navale per un altro acquisto second hand. In quel caso la nave oggetto di acquisto risultava essere una portacontainer classe Panamax da 3.430 Teu ceduta da Tufton Oceanic per circa 5,05 milioni di dollari. Anche in quel caso l’età non è più giovanissima (costruzione del 2001) e da Cristina Star il nome è diventato Msc Sines R.

Ancora pochi giorni prima di questa seconda operazione, Msc aveva acquistato da Yang Ming la nave post-panamax portacontainer YM Uberty da 8.236 Teu.

Secondo le più recenti statistiche raccolte dagli analisi di settore con questi nuovi arrivi il gap tra la capacità di stiva del primo in classifica (Maersk) e il secondo (Msc) si riduce a meno di 300.000 Teu.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY