Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Passa a Taconic Capital una nave italiana di Liberty di Navigazione (AGGIORNATO)

La shipping company partenopea Liberty di Navigazione ha firmato l’accordo di risanamento del proprio indebitamento ai sensi dell’art. 67 legge fallimentare con il fondo d’investimento Taconic Capital. L’operazione prevede, tra l’altro, il trasferimento della nave bulk carrier LDN Fortuna a un veicolo controllato dal fondo Taconic.

Lo rende noto Legance – Avvocati Associati che ha assistito Liberty di Navigazione con un team guidato dal partner Iacopo Fontana che ha seguito gli aspetti corporate e restructuring e dal senior associate Marco Cottone che si è occupato dei profili di diritto marittimo.

BonelliErede ha agito invece al fianco del fondo Taconic Capital con un team composto dai partner Giuseppe Sacchi Lodispoto e Vittorio Lupoli, membri del Focus Team Crisi aziendali e ristrutturazioni del debito, e, per i profili di diritto marittimo, dagli of counsel Enrico Vergani e Andrea La Mattina, rispettivamente leader e membro del Focus Team Shipping and Transport.

Liberty di Navigazione era una società partecipata al 50% da Enrico Ravano e per il restante 50% da un trust riconducibile agli azionisti della galassia Deiulemar.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY

Taconic Capital takes ownership of Liberty di Navigazione bulker