Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Sospetto caso di Covid sulla Msc Grandiosa: Malta nega lo sbarco e la nave torna a Genova

La nave Msc Grandiosa della compagnia Msc Crociere ha registrato a bordo un sospetto caso di Covid fra uno dei suoi membri d’equipaggio e per questo motivo le autorità maltesi hanno negato lo sbarco dei passeggeri.

Lo ha detto la ministra per il Turismo, Julia Farrugia Portelli, confermando quanto anticipato dal Malta Independent. La ministra su Facebook ha spiegato che alla nave è stato concesso di entrare in porto per una sosta tecnica di poche ore, ma che nessuna delle persone a bordo è potuto scendere dalla nave secondo quando prevede il protocollo anti Covid-19 in vigore a Malta.

La compagnia da parte sua in uno statement fa sapere che “come previsto, prima del suo arrivo a Malta la nave ha segnalato alle Autorità Sanitarie locali la presenza a bordo di un potenziale caso sospetto (un membro dell’equipaggio) che era stato già identificato e immediatamente isolato in linea con il protocollo di salute e sicurezza esistente”. Msc, le cui ultime navi battono proprio bandiera maltese, ha aggiunto: “Le autorità locali hanno deciso di non rilasciare la “libera pratica” alla nave per consentirle di svolgere le regolari operazioni a terra. Msc Grandiosa è quindi ripartita da Malta dopo qualche ora ed è ora in viaggio verso Genova, il suo prossimo porto di scalo dove arriverà domenica mattina, come da programma”.

Questa la ricostruzione di una passeggera a bordo: “Stamattina siamo arrivati a Malta ma il comandante ci ha comunicato che le autorità maltesi non hanno rilasciato i permessi per scendere a coloro che avevano prenotato le escursioni, a causa della comunicazione da parte della nave di un sospetto positivo a bordo” è la ricostruzione di un passeggero. “Ci è stato comunicato in maniera chiara dal comandante che si tratta di una donna facente parte dell’equipaggio e che hanno già fatto i tamponi alle altre persone dell’equipaggio entrate in contatto con lei e sono risultate tutte negative”. Il racconto si conclude dicendo: “Il comandante ha deciso di ripartire immediatamente per Genova dove arriveremo dopodomani (18 ottobre, ndr) come da programma. La situazione a bordo è tranquilla e continuano tutte le attività come da programma”.

In effetti i dati del tracciato Ais confermano che la Msc Grandiosa nel momento in cui scriviamo si trova in navigazione a sud della Sicilia e il suo arrivo è previsto nel capoluogo ligure nelle prime ore di domenica.

La compagnia Msc Crociere appena pochi giorni fa aveva reso noto l’ottenimento per questa nave della certificazione addizionale di classe Biosafe Ship assegnata dalla società di classificazione Rina. Questa classificazione certifica che la nave è dotata di sistemi e procedure operative specifici, in grado di ridurre il rischio di contagio per i passeggeri e l’equipaggio.

Questo episodio, così come la vicenda della nave Costa Diadema di Costa Crociere che nei giorni scorsi ha interrotto anticipatamente in via precauzionale una crociera riservata a soli passeggeri francesi imponendo alla nave il ritorno al porto di Genova, inizia a mettere alla prova i protocolli di emergenza e di sicurezza adottati dalle compagnie. Le cui risultanze potranno essere giudicate nel prossimo futuro. Riemerge però il problema dei paesi esteri e dei porti che rifiutano l’attracco o in questo caso lo sbarco di passeggeri a fronte di casi appurati o sospetti di Covid-19 a bordo.