Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Prosegue lo shopping di portacontainer da parte di Msc

Mediterranean Shipping Company, la seconda compagnia al mondo per numero di navi e capacità di stiva nel trasporto marittimo di container, prosegue con la propria campagna acquisti di ulteriore tonnellaggio second hand.

Dopo l’acquisizione di sei navi da 8.200 e 7.900 Teu di portata emersa nei giorni scorsi (investimento da circa 158 milioni di dollari), la shipping company ginevrina fondata da Gianluigi Aponte avrebbe appena messo a segno ulteriori due operazioni.

Secondo quanto riferiscono a SHIPPING ITALY alcuni broker navali, Msc avrebbe infatti acquistato la piccola nave portacontainer Bomar Hermes da 2.500 Teu pagandola oltre 6 milioni di dollari e avrebbe messo le mani anche sulla Greenwich Bridge, altra box ship del 2006 da 5.624 Teu di capacità.

Negli ultimi due mesi Msc si è dapprima messa in evidenza a metà settembre per l’acquisto di tre navi sul mercato dell’usato, a inizio ottobre erano circolate indiscrezioni su un imminente nuovo ordine per cinque nuove costruzioni da 23.000 Teu, a inizio novembre la notizia delle sei portacontainer acquistate e ora l’ulteriore probabile affare per altre due unità di piccola taglia da aggiungere alla propria flotta.