Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Espo ha eletto Mäkilä presidente. Zeno D’Agostino rimane vice

L’assemblea di Espo (European Sea ports Organisation) ha eletto Annaleena Mäkilä nuovo presidente, mentre Zeno D’Agostino è stato di fatto confermato nel ruolo di vicepresidente. La salita al trono europeo dei porti da parte di un esponente italiano (e sud europeo) non è dunque riuscita mentre gli scali marittimi continentali hanno votato a maggioranza l’altra candidata.

La nomina è stata appena annunciata proprio da Espo con una nota in cui si ricorda che Mäkilä è la presidente e numero uno dell’associazione finlandese dei porti dal 2012 e succede Eamonn O’Reilly.

Oltre a Zeno D’Agostino è stato nominato nel ruolo di vicepresidente anche Daan Schalck, esponente dei porti del Nothern Range (è il numero di North Sea Port).

La nomina di D’Agostino, unico rappresentante dell’Europa del Sud, oltre al pieno sostegno dell’Italia, ha avuto l’appoggio di Belgio, Finlandia, Francia, Lettonia, Olanda, Romania, Spagna, Grecia, Danimarca, Irlanda, Svezia, Norvegia e Regno Unito.

“Sono orgoglioso di essere stato eletto ancora una volta ai vertici di Espo. Come vicepresidente per i prossimi due anni mi impegnerò per rappresentare e sostenere le istanze dell’Europa del sud e del Mediterraneo all’interno dell’effervescente attività politica dell’associazione a Bruxelles” ha commentato Zeno D’Agostino. “Faccio le mie congratulazioni alla nuova presidente Annaleena Makila, che mi onorerò di sostenere in questo mandato in un periodo storico cruciale per i nostri porti e per il nostro continente” ha concluso il Presidente dell’AdSP giuliana.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY