Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

I freni, i componenti e i servizi di Sibre per i porti italiani

——  COMUNICAZIONE AZIENDALE  ——

Sibre è annoverata fra le aziende leader mondiali nella progettazione e produzione di sistemi frenanti e componentistica meccanica per impianti di sollevamento e movimentazione. Vari sono i settori dove i nostri prodotti trovano largo impiego: da quello siderurgico al minerario, dall’eolico al portuale.

In questi mercati la sicurezza e l’efficienza sono condizioni essenziali Sibre punta a rispondere pienamente a tutte le esigenze. “Sure to be safe” è il nostro codice distintivo. La nostra gamma di prodotti copre tutte le richieste di applicazioni per sollevamento e movimentazione. Il core business di Sibre sono i sistemi frenanti, elementi chiave di ogni impianto, siano essi di servizio sia di emergenza ed antiuragano. Il supporto ai clienti viene completato con tutta la componentistica meccanica, customizzabile al 100%, quali:
– ruote per ponti, carrelli e rotaie,
– carrucole con diametri fino a 2500 mm,
– bozzelli completi anche motorizzati,
– ganci e funi
– respingenti e allunghe cardaniche

Sibre dispone di un Service altamente qualificato, in grado di eseguire interventi in loco e riparazioni di rigenerazione componenti come servofreni, gruppi ruota/corpi ruota, bozzelli e riduttori, fornendo a corredo una completa certificazione.

Mercato cruciale e sempre più esigente è, in particolare, quello portuale, dove scenari rapidamente mutevoli e concorrenza man mano più aggressiva portano i terminal a dover cercare nuove soluzioni, sinergie e prodotti che possano coniugare sicurezza, produttività e qualità, nonché servizi di assistenza e service post-vendita a supporto delle attività quotidiane.

Come coniugare tutte queste caratteristiche fondamentali?

Sibre risponde offrendo soluzioni complete e personalizzate per ogni necessità. In ambito portuale, una delle maggiori problematiche durante la movimentazione di container con gru STS è lo snag, evento che, a seconda della gravità, può causare danni materiali sia alla gru che al carico, oltre a difficoltà tecniche al personale di manutenzione e quindi dispendiosi tempi di fermo macchina. Da qui risulta chiaro come un sistema predittivo con risposta rapida sia l’unica soluzione realmente efficace.

– The Guardian – è il prodotto specifico appositamente sviluppato da Sibre in grado di prevenire a monte il rischio. Si basa infatti su una serie di sensori installati sulla traversa, i quali medianti algoritmi sono in grado di rilevare sul nascere inclinazioni / rotazioni / accelerazioni improvvise derivanti da un movimento anomalo generato dall’incastro del container, sia durante il sollevamento, sia in fase di discesa (ad oggi nessun altro sistema sul mercato è in grado di farlo). La reazione dei sistemi frenanti sull’argano di sollevamento
permette l’arresto del carico molto più velocemente rispetto ai sistemi tradizionali con celle di carico e cilindri idraulici, che reagiscono solo quando le sollecitazioni/tensioni hanno già raggiunto la struttura della gru.
La perfetta combinazione tra rilevamento rapido e rapida reazione consente un immediato ripristino delle attività, riducendo al minimo i tempi di fermo della macchina, massima garanzia e sicurezza del personale, evitando pericoli inutili e, da non trascurare, la salvaguardia dell’intero impianto, proteggendolo da inutili stress.

Il sistema – The Guardian – è stato concepito per adattarsi non solo alle nuove gru ma anche per al retrofit di gru esistenti. The Guardian è attualmente installato e utilizzato con grande successo da importanti terminal quali: APM Terminal Algeciras, DP World Dubai, MSC Valencia e Evergreen Panama. Nel gennaio 2018 il sistema SIBRE ha ricevuto l’omologazione da parte di APMT Engineering HQ. (riportiamo di seguito una dichiarazione di APMT HQ Equipment Manager)

“Concludiamo quindi che il prodotto è più veloce di altri sistemi testati in precedenza, affidabile e compatibile con le nostre procedure operative standard, sulla base quindi di questi ottimi risultati abbiamo deciso di fornire l’approvazione per il sistema SLP-The Guardian che ora può essere implementato su future gru STS”

Anello chiave fondamentale tra “The Guardian” ed “efficienza e ammodernamento tecnologico” dei terminal è Industria 4.0. Il nostro sistema rientra a tutti gli effetti nella normativa di sgravi e incentivi fiscali previsti dalla legge italiana, Sibre si propone, inoltre, di accompagnare il cliente nelle procedure burocratiche al fine di ottenere il rimborso fino al 40%, non solo del singolo prodotto e di tutte le spese di installazione e montaggio, ma in molti casi anche dell’intera struttura. Un valore aggiunto non trascurabile, allettante e fondamentale per ogni terminal che punta alla produttività, alla funzionalità e  all’avanguardia.

Per qualsiasi informazione contatta il nostro team a sales@sibre.it o al numero 0365 63699