Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

In arrivo un nuovo stop per le crociere a Natale e Capodanno

Divieto di uscire dal proprio Comune a Natale e Capodanno, e quindi anche di imbarcarsi su una nave da crociera. È questa l’ipotesi emersa dalla riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione e il ministro Boccia in vista del varo del nuovo Dpcm del 4 dicembre con le misure di contrasto al Covid.

Lo stop agli spostamenti tra Comuni potrebbe valere nei giorni del 25 e 26 dicembre e del primo gennaio. Dal 21 dicembre, inoltre, gli spostamenti tra Regioni gialle potrebbero essere consentiti solo per far ritorno al proprio luogo di residenza, con una previsione che dovrebbe essere estesa ai luoghi di domicilio. Non dovrebbero essere modificati, a quanto si apprende, i criteri che, fin dal primo Dpcm, definiscono le eccezioni: ci si può muovere per “comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”. Stop sempre dal 21 dicembre, invece, agli spostamenti tra le Regioni per raggiungere le seconde case e crociere ferme nel periodo natalizio.

Le misure, aveva spiegato Conte ai capigruppo nel pomeriggio di ieri, serviranno a disegnare una “zona gialla rafforzata” che servirà per evitare di “andare a sbattere” contro una terza ondata. Il presupposto di partenza è il probabile passaggio in zona gialla di tutte (o quasi) le Regioni nelle prossime settimane, con possibile discesa sotto 1 dell’indice RT di trasmissione del virus.

Resterebbe dunque confermato il coprifuoco alle 22, anche nel periodo natalizio. Queste in estrema sintesi le misure previste nel nuovo Dpcm che sarà in vigore dal 4 dicembre e che costringerà dunque sia Costa Crociere che Msc Crociere a rivedere la programmazione delle due navi operative e le rispettive offerte commerciali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY