Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Piattaforma Logistica Trieste parte a febbraio: finalizzata la cessione del 51% ai tedeschi di Hhla

la società terminalistica tedesca Hamburger Hafen und Logistik Ag ha reso noto che è stato appena finalizzato con successo l’acquisto del 51% del terminal multipurpose Piattaforma Logistica Trieste e che la nuova infrastruttura entrerà concretamente in servizio dal prossimo mese di febbraio. Sono infatti state sollevate le condizioni sospensive dell’accordo firmato lo scorso 28 settembre tra cui il via libera da parte del Consiglio dei Ministri italiano (il cosiddetto Golden power).

Angela Titzrath, presidente di Hhla, ah commentato con soddisfazione il positivi epilogo dell’affare spiegando che “dal momento della firma sui contratti avvenuta lo scorso 28 settembre, il nostro impegno nel porto di Trieste è stato accolto con grande approvazione, soprattutto dall’Italia. Hhla International ha lavorato intesnamente in questi mesi per integrare il terminal di Trieste all’interno del gruppo. L’obiettivo, insieme ai lavoratori e ai nostri partner, è quello di rendere Hhla Plt un importante hub verso sud all’interno del nostro network portuale e intermodale”.

Francesco Parisi, vertice dell’omonima casa di spedizioni e ora azionista di minoranza del terminal, ha affermato che “la possibilità di avere Hhla a bordo offre al terminal e al porto di Trieste incoraggianti prospettive di crescita”.

il nuovo Hhla Plt terminal sorge all’interno del Free Port di Trieste su un’area di 27 ettari dove nella parte più a nord (l’ex Scalo Legnami) vengono già movimentate prevalentemente merci varie. Il nuovo cuore della struttura è la nuova parte più a sud dove avranno luogo le movimentazioni di container (grazie a gru mobili e reackstacker a piazzale) e rotabili (grazie a una scassa larga 35 metri in grado di accogliere l’ultima generazione di navi ro-ro). Una prima gru mobile è già arrivata ed è stata installata in banchina mentre una seconda macchina è attesa nel corso del primo trimestre dell’anno in corso.

Piattaforma Logistica di Trieste può contare su un proprio fascio di binari raccordato e sinergie sono previste con l’impresa ferroviaria Metrans (controllata di Hhla) che già oggi serve il porto giuliano con servizi verso il Centro Europa.

“Essendo il poto più settentrionale del mediterraneo, Trieste è lo scalo gateway per l’Europa centrale e orientale” sottolinea in conclusione la nota del gruppo tedesco.