Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Calo del -11% per il traffico container al porto di Venezia nell’anno passato

Nell’esercizio appena concluso il porto di Marghera ha movimentato complessivamente circa 529.000 Teu, un traffico di container in calo quasi del -11% rispetto all’esercizio precedente.

Secondo quanto reso noto a SHIPPING ITALY dai terminal operator attivi nello scalo, il Terminal Intermodale Venezia (partecipato da Msc) ha imbarcato e sbarcato circa 274.000 Teu nel 2020, mentre un anno prima erano stati 283.000 circa i Teu movimentati. Volumi dunque sostanzialmente stabili.

Per il Vecon Psa Venice l’anno appena trascorso si è chiuso con circa 255.000 Teu, contro i 310.000 del 2019. Il calo complessivo è del -17% circa, superiore ad altri terminal concorrenti dell’Adriatico, e questo risultato è dovuto sia alla cancellazione del servizio diretto con l’Estremo Oriente per via dei limitati pescaggi, sia alla progressiva riduzione di capacità messa in atto dalle compagnie di navigazione che ha impedito una ripresa più significativa nel secondo semestre. In particolare è mancata una forte ripresa dell’export che rappresenta un fattore trainante per i traffici containerizzati che passano per il porto di Venezia.