Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Tirrenia chiude la sede di Napoli il 28 febbraio prossimo

Dopo aver temporaneamente accantonato l’intenzione per alcuni mesi dopo lo scoppio dell’epidemia di coronavirus, Tirrenia Cin ha comunicato oggi ai sindacati confederali che procederà con la “definitiva chiusura della sede amministrativa di Napoli in data 28 febbraio 2021”. Lo stesso giorno in cui (se nel frattempo non cambia qualcosa) scadrà la convenzione pubblica per la continuità territoriale marittima (prorogata dalla precedente scadenza del luglio scorso). I lavoratori interessati dovrebbero essere circa 40 persone.

Il verbale di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti successivo all’incontro tenutosi oggi con il top management di Compagnia Italiana di Navigazione (fra cui l’amministratore delegato Massimo Mura) precisa che Cin ha informato “di aver ottenuto in data 25.11.2020 il decreto autorizzazione del Tribunale di Milano con cui viene condivisa la decisione di procedere alla dismissione della sede amministrativa di Napoli e al contestuale trasferimento delle risorse ivi allocate”.

A tutti gli addetti finora occupati in Campania sarà comunicata nei prossimi giorni la sede di lavoro di nuova assegnazione.

I sindacati hanno espresso la loro contrarietà di fronte a questa scelta ma hanno anche preso atto della comunicazione chiedendo “il ricorso nella maniera più ampia possibile al lavoro agile (smart working)” e “incentivi alla risoluzione del rapporto di lavoro”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY