Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Grimaldi conferma: Europa Palace, Zeus Palace, Corfù e Florencia sulle rotte fra Ancona e la Grecia

Dopo le anticipazioni di ieri il Gruppo Grimaldi ha confermato l’aumento di capacità e lo sdoppiamento delle linee fra Grecia e Italia in Adriatico. “Dalle prossime settimane l’attuale collegamento giornaliero Ancona – Igoumenitsa – Patrasso operato dalla compagnia partenopea verrà ulteriormente potenziato, con un servizio dal porto dorico dedicato ad Igoumenitsa ed un altro a Patrasso” informa la shipping company.

Le navi impiegate diventeranno quattro: “Due navi saranno dedicate al collegamento Ancona – Patrasso che avrà frequenza di sei volte alla settimana, con partenze pomeridiane e serali e arrivo nel porto di destino dopo 22 ore circa. Le unità operative su questa linea saranno le Europa Palace (ex Cruise Olbia) e Cruise Bonaria, quest’ultima sostituita dalla Zeus Palace alla fine di marzo”.

Il cruise ferry Europa Palace è lungo 204 metri e può raggiungere la velocità di crociera di 25 nodi. La nave può ospitare 1.600 passeggeri e 270 auto, nonché 135 trailer. La Zeus Palace, lunga 211 metri e capace di raggiungere una velocità di crociera di 25 nodi, può trasportare invece 1.380 passeggeri, 100 auto e circa 120 trailer.

Anche sulla linea giornaliera Ancona – Igoumenitsa saranno impiegate due navi, precisamente la Florencia e la Corfù, che garantiranno partenze da Ancona alle ore 19:30 con arrivo a Patrasso il giorno dopo alle ore 17:00, mentre la partenza dalla Grecia sarà alle ore 21:30 con arrivo al porto dorico il giorno dopo, sempre alle ore 17:00. Sia la Florencia che la Corfù sono lunghe 186 metri, possono raggiungere una velocità di 23 nodi ed accogliere a bordo circa 950 passeggeri, nonché 160 auto e circa 135 trailer.

“Scommettere sul porto di Ancona, raddoppiando le linee, è un riconoscimento da parte di uno dei principali operatori mondiali delle autostrade del mare del continuo lavoro di miglioramento complessivo da parte dell’Autorità Portuale in sinergia con le istituzioni del sistema porto e con le professionalità delle imprese che ogni giorno lavorano nello scalo e che ne hanno assicurato la piena operatività anche durante la pandemia” ha detto Rodolfo Giampieri, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale. “Il potenziamento dei collegamenti con la Grecia è un segnale importante per il settore traghetti, da sempre vocazione strategica per Ancona, che conferma il ruolo del porto come snodo determinante per collegare i mercati nord e centro europei con il Mediterraneo sud orientale e dell’essere hub principale dei collegamenti marittimi passeggeri della Macroregione Adriatico Ionica. Continueremo a lavorare per essere punto di riferimento centrale per lo sviluppo e l’occupazione per tutte le Marche e il centro Italia”.

“Grazie all’impiego di due navi in più, dalle prossime settimane saremo in grado di offrire partenze più frequenti e una maggiore capacità ai nostri clienti che viaggiano o trasportano merci tra l’Italia e la Grecia” sono le parole di Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo partenopeo. “Amplieremo così l’offerta di servizi dedicati alle aziende di trasporto, lanciando al tempo stesso un ulteriore segnale di fiducia ai passeggeri che nei prossimi mesi, ed in particolare nella prossima stagione estiva, riprenderanno a viaggiare a bordo delle nostre navi verso le più belle mete del Mediterraneo”.

Oltre alle linee Ancona – Igoumenitsa e Ancona – Patrasso, il Gruppo Grimaldi offre anche un collegamento giornaliero per il trasporto di merci e passeggeri tra il porto di Brindisi e quello di Igoumenitsa, e uno esclusivo per merci rotabili sulla linea trisettimanale Venezia – Bari – Patrasso. Dalle prossime settimane saranno dunque sette le navi impiegate dal Gruppo Grimaldi sulle rotte adriatiche fra Italia e Grecia.