Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

L’AdSP di Palermo ha disposto la demolizione della nave cisterna Graziella M

Demolizione in vista per la nave cisterna Graziella M che si trova nel Porto di Palermo. Affondata a metà dicembre 2019 e, dopo circa un mese, riportata in superficie dal proprietario, un privato, la Graziella M. è rimasta semisommersa nella zona del Molo Nord, con attorno le panne galleggianti per scongiurare il rischio inquinamento, in attesa di essere rimossa.

Le operazioni per demolire il grosso scafo partiranno nei prossimi giorni su iniziativa dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale (Adsp), che ha affidato per circa 140 mila euro alla ditta Eurodemolizioni srl le operazioni di messa in galleggiamento della motocisterna, demolizione, controllo della sicurezza ambientale, trasporto e conferimento in discarica dei rifiuti prodotti.

“L’imbarcazione può intralciare la navigazione ed è pericolosa per l’ambiente” dicono dalla port authority. “Il proprietario della Graziella M, nonostante sia stato autorizzato alla demolizione, si è reso irreperibile. L’Adsp si sta sostituendo al privato con riserva di rivalersi sullo stesso che non si è attivato come richiesto dalla Capitaneria”.