Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il transhipment italiano supera quota 4 milioni di Teu grazie anche a Trieste, Genova e Livorno

Il mercato del transhipment di carichi containerizzati nel 2020 è tornato oltre quota 4 milioni di Teu in Italia. Lo certificano le statistiche ufficiali di Assoporti dalle quali si apprende che il Medcenter Container Terminal di Gioia Tauro (controllato da Terminal Investment Ltd) ha chiuso l’anno appena trascorso con 3.193.364 Teu imbarcati e sbarcati, un dato in crescita del 26,5% rispetto ai 2.522.876 Teu del 2019.

Il secondo porto italiano nella speciale classifica del transhipment è Genova con 284.723 Teu (a cui si aggiungono altri 994 Teu di Vado Ligure), in calo del -10,1% rispetto al 2019, seguito da Trieste con 281.693 Teu, dato in flessione del 7,4%, e in quarta posizione da Livorno con 202.834 Teu, ossia quasi il 12% in meno rispetto a dodici mesi prima.

Il resto del transhipment di container in Italia è riconducibile agli scali di Cagliari (10.562 Teu), di Ravenna (2.345 Teu) e di Taranto (5.512 Teu). In realtà il numero relativo allo scalo pugliese risulta non corretto perché il terminalista San Cataldo Container Terminal a SHIPPING ITALY aveva fatto sapere a inizio gennaio che dei 5.512 Teu imbarcati e sbarcati nel corso del 2020 solo 88 Teu erano riconducibili a transhipment.

Leggi le statistiche dei porti italiani sul sito di Assoporti