Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Raffica di rincari a marzo per i noli container dall’Italia verso Asia, Australia, Africa, Centro e Nord America

Le compagnie di navigazione attive nel trasporto di container aumentano ancora le tariffe per i trasporti da e per il Mediterraneo, Italia compresa.

Per il prossimo mese di marzo Cma Cgm ha appena annunciato un sovrapprezzo per tutte le merceologie (freight of all kinds surcharge) per le linee che collegano il subcontinente indiamo con il Mediterraneo: 2.000 dollari per un container da 20’ standard, 2.900 per un 40’ e 2.900 per ogni 40’ high cube.

Rincari sono previsti anche per i container in partenza dal Sud Europa e diretti verso Kenya e Tanzania: da Genova un container da 20’ pagherà 875 dollari, uno da 40’ invece 1.610 e un 40’ high cube 1.610 dollari.

Hapag Lloyd a sua volta ha preannunciato rincari (peak season surcharge) su tutti gli special cargo e i container refrigerati che dal mediterraneo sono diretti al Canada e al Messico: per tutti i paesi del Mediterraneo il rincaro è di 250 dollari per Teu mentre dall’Italia è di 300 dollari per Teu. Il vettore marittimo tedesco sempre da marzo introdurrà anche un’altra peak season surcharge da 250 dollari per Teu su ogni container dry cargo spedito dai porti del mediterraneo verso Messico e Canada.

Stesse notizie, ma sul trade fra il Sud Europa e gli Stati Uniti, arrivano da Hamburg Sud che ha previsto da metà marzo l’applicazione di rincari (sempre sotto forma di peak season surcharge) per container dry, special cargo e reefer in partenza dal mediterraneo e diretti oltreoceano: il sovrapprezzo è di 250 dollari per Teu ma dall’Italia i container reefer pagheranno 300 dollari per Teu.

Aumenti sono stati annunciati anche da Msc per la rotta Italia – Cina a partire dal prossimo mese di marzo. Dai porti di La Spezia, Venezia e Trieste a quello di Shanghai le nuove rate di nolo saranno incrementate di 350 dollari per ogni container e lo stesso surcharge è previsto per le spedizioni verso gli Emirati Arabi (Jebel Ali). Altri rincari sono poi previsti per la tratta Italia – Australia / Nuova Zelanda con sovrapprezzi compresi fra 250 e 500 dollari per ogni container da 20’, da 40’ e da 40’ high cube.