Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

La flotta Giuseppe Bottiglieri Shipping Company si riduce ancora: venduta una post-panamax bulk carrier

A distanza di pochi mesi dall’uscita dell’ammiraglia (la capesize Giuseppe Bottiglieri ceduta a Zodiac Maritime per 15,7 milioni di dollari), la flotta della shipping company partenopea Giuseppe Bottiglieri Shipping Company guidata dall’amministratore delegato Alessandro Ranzoli perde un altro pezzo.

Cogliendo un momento di mercato particolarmente favorevole, l’azionista di controllo Bain Capital ha disposto infatti la dismissione della nave post-panamax bulk carrier Giovanni Bottiglieri. La stessa azienda ha confermato a SHIPPING ITALY che l’unità in questione passerà di mano “per un prezzo lordo commissioni pari a 10,5 milioni di dollari”. Ad acquistarla una società armatoriale greca la cui identità al momento non è ancora emersa pubblicamente.

La Giovanni Bottiglieri è la seconda della serie di navi da 93.400 tonnellate di portata lorda ordinate al cantiere cinese Jiangsu New Yangzijiang e consegnata nel 2009. Secondo VesselsValue il suo attuale valore di mercato è di 12,3 milioni di dollari.

Una volta consegnata questa unità ai suoi nuovi proprietari, la flotta Giuseppe Bottiglieri Shipping Company rimarrà composta da 9 navi bulk carrier tutte post-panamax da 93.400 tonnellate di portata lorda e di età compresa fra 9 e 11 anni.

N.C.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY