Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Msc (Medway) aggiunge una locomotiva e un nuovo treno fra i porti liguri e Pordenone

Nuovo ingresso nella flotta di Medway Italia, l’impresa ferroviaria del gruppo Msc che ha avviato le operazioni nella Penisola lo scorso anno.

Dopo avere ricevuto due locomotori nel mese di gennaio, la società ha infatti accolto oggi Sophia, la terza unità del pacchetto da sei che ha ordinato a Bombardier sulla base di un investimento da 18 milioni di euro. Come le precedenti Petra e Giulia Mai, anche questa macchina è stata realizzata nello stabilimento di Vado Ligure della casa produttrice canadese e ribattezzata con il nome della figlia di un dipendente della società.

Anche grazie a questo potenziamento della flotta, il prossimo 15 marzo Medway avvierà un nuovo collegamento giornaliero tra l’interporto di Pordenone e i porti di Genova e La Spezia. Il servizio, come riportato da SHIPPING ITALY (www.shippingitaly.it) era stato lanciato come test alla fine di gennaio, ma era già chiara l’intenzione di Medway di operarlo entro breve su base regolare.

Comprese le nuove relazioni verso Pordenone, i treni operati ogni settimana da Medway in collaborazione con Medlog (Mto, pure parte del gruppo Msc) saliranno dunque a oltre 150. Le tratte offerte mettono in relazione i principali porti italiani (Genova, La Spezia, Livorno, Ravenna e Trieste) con otto centri intermodali (Rivalta Scrivia, Milano, Brescia, Verona, Padova, Pordenone, Marzaglia-Rubiera e Bologna).

Commentando le novità, Federico Pittaluga, amministratore delegato di Medway, ha ribadito che gli obiettivi operativi annui della società per il 2021 sono fissati in “5.000 treni” che trasporteranno “circa 250.000 Teu, percorrendo oltre 1,5 milioni di km su rotaia”.