Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Sono due i soggetti interessati alle attività di rimorchio nei porti di Savona e Vado Ligure

Più di uno sono gli interessati al bando di gara indetto dalla locale Capitaneria di porto per assegnare in concessione l’attività di rimorchio nei porti di Savona e Vado Ligure. Secondo quanto appreso infatti da SHIPPING ITALY sono due le società che, entro il termine stabilito dal bando (il 22 marzo), hanno fatto pervenire la propria offerta. La Capitaneria di porto savonese, dopo aver esaminato la validità della documentazione presentata e la rispondenza dei requisiti a quelli richiesti, avvierà ora la seconda fase della procedura durante la quale i contendenti si misureranno in vista dell’aggiudicazione finale che dovrebbe concretizzarsi nell’arco di cinque mesi. Entro fine anno, dunque, l’assegnazione del servizio al nuovo concessionario dovrebbe essere già realtà.

Impossibile avere conferme sull’identità dei partecipanti ma, sempre secondo quanto appreso da SHIPPING ITALY, uno è certamente l’attuale concessionario Carmelo Noli (società parre del Gruppo Scafi) mentre l’altro dovrebbe essere Svitzer. Quest’ultima società di rimorchio fa parte del Gruppo Ap Moeller Maersk, lo stesso che controlla la compagnia di navigazione Maersk Line e il braccio operativo portuale Apm Terminals che controlla il 50,1% e gestisce la nuovissima piattaforma Vado Gateway di Vado Ligure.

La gara bandita stimava il valore complessivo dell’appalto in 127.633.755 euro, la durata della concessione è di 180 mesi (15 anni) e l’assegnazione avverrà tramite “Procedura ristretta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY