Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Il porto di Trieste ora collegato via Cervignano a Norimberga e Karlsruhe

È stato avviato nei giorni scorsi un progetto pilota che collegherà temporaneamente il molo V del porto di Trieste all’interporto di Cervignano, il quale fungerà da ‘banchina temporanea’ per due servizi ferroviari internazionali già attivi sullo scalo, ovvero il Norimberga-Trieste (in arrivo) e Trieste-Karlsruhe (in partenza).
Il primo test ha visto partire sabato il treno da Norimberga con la nuova sosta a Cervignano e l’arrivo oggi al molo V, grazie alla collaborazione con Mercitalia Rail. La seconda fase di sperimentazione avverrà invece su un collegamento in partenza dal molo V in direzione Karlsruhe, con il supporto di Adriafer, gestore unico di manovra e impresa ferroviaria di short-haulage del porto di Trieste. Anche questo treno sosterà a Cervignano per ripartire il giorno successivo in direzione della Germania per mezzo di Eccorail, impresa ferroviaria austriaca di punta che – spiega la AdSP – “da pochi mesi ha iniziato a operare diversi servizi ferroviari sul porto di Trieste.
Oltre al terminal Samer Seaport e all’interporto di Cervignano, altri soggetti coinvolti nel progetto sono Dfds, quale operatore ro-ro che da Trieste collega il Mediterraneo con il Mar del Nord anche per via ferroviaria, e Alpe Adria, che agisce quale integratore logistico e multimodale.
“Verificati e misurati i primi risultati – ha commentato il presidente dell’authority, Zeno D’Agostino – sarà naturale attivare il coinvolgimento degli altri terminal portuali, degli altri interporti e delle compagnie marittime per offrire capacità e servizi a valore aggiunto anche nell’entroterra e rendere sempre più competitive le catene logistiche anche a servizio del sistema industriale del Friuli Venezia Giulia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY