Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

L’AdSP annuncia il trasferimento della linea Grimaldi con Palermo da Livorno a Piombino

Dopo le prime anticipazioni da parte di alcuni esponenti politici piombinesi e in attesa dei dettagli ufficiali da parte della shipping company napoletana, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale ha ufficializzato il trasferimento dal porto di Livorno a quello di Piombino della linea di Grimaldi fra la Toscana e il porto di Palermo, in Sicilia.

“La scelta di Grimaldi di operare a Piombino il servizio di linea con Palermo rappresenta un importante segnale di ripartenza per il nostro sistema portuale, che dimostra una capacità di adattamento alle mutevoli esigenze di mercato, nell’ottica della piena affermazione della complementarietà dei suoi porti” ha detto il presidente della port authority toscana, Luciano Guerrieri.

“Come dimostrano i dati di traffico del primo trimestre pubblicati nei giorni scorsi, gli scali portuali dell’Alto Tirreno stanno gradualmente uscendo dalla crisi economica e si apprestano a traguardare nuovi obiettivi di sviluppo, anche in un segmento come quello ro/pax, che ha particolarmente sofferto nel 2020”.

Guerrieri sottolinea come la decisione della Compagnia di traferire il servizio su Palermo nello scalo piombinese non produca riflessi negativi duraturi sul porto di Livorno: “Grimaldi ha recentemente rafforzato la propria presenza nello scalo labronico grazie al potenziamento dei servizi di linea esistenti su Olbia e all’immissione di navi più grandi. Il nuovo collegamento da Piombino a Palermo si inquadra tra l’altro in una strategia della società che andrà comunque a rafforzare il ruolo dello scalo labronico, attraverso il previsto ingresso di almeno un’altra nave”. A vincere, insomma, è tutto il sistema portuale secondo la port authority.

Lo scorso settembre il Gruppo Grimaldi aveva annunciato il potenziamento dei propri collegamenti per il trasporto merci e passeggeri tra il Centro Italia e la Sicilia grazie all’introduzione di tonnellaggio aggiuntivo con una seconda nave ro-pax proprio tra i porti di Livorno e Palermo raddoppiando la frequenza e trasformando in un servizio giornaliero.

Nei mesi scorsi aveva espresso interesse per lo scalo di Piombino anche l’armatore Umberto Lazzaretti della compagnia Glenhallen per un potenziamento della linea con la Libia di cui al momento non si hanno più avute notizie.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY