Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Hapag Lloyd ed Evergreen firmano ordini per altre 6 portacontainer da oltre 23.000 Teu

L’ottimo andamento di mercato, in termini di risultati economici, per la compagnia di navigazione attive nel trasporto containerizzato sta spingendo alcuni dei maggiori player ad avviare nuovi importanti piani d’investimento.

L’ultimo annuncio in tal senso è arrivato dal vettore tedesco Hapag Lloyd che ha appena reso noto di aver ordinato al cantiere sudcoreano Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering Co. (Dsme) la costruzione di sei portacontainer della capacità unitaria di oltre 23.500 Teu. Una commessa del valore di circa 1,1 bilioni di won (un miliardo di dollari) che si aggiunge a quella di simile portata firmata dall’azienda tedesca sempre con il cantiere Daewoo lo scorso dicembre. Queste ulteriori sei nuove navi saranno prese in consegna entro la fine del 2024.

Hapag-Lloyd ha reso noto che il proprio ulteriore investimento sarà finanziato attraverso un prestito bancario sindacato dell’importo di 852 milioni di euro con scadenza a 12 anni. Inoltre la compagnia ha specificato che le sei nuove portacontenitori introdotte sulle rotte fra Europa ed Estremo Oriente nell’ambito del consorzio The Alliance che vede Hapag-Lloyd a fianco delle compagnie Hmm, Ocean Network Express (One) e Yang Ming Line.

Meno di 48 ore prima era stata la taiwanese Evergreen ad annunciare la firma di una commessa con il cantiere navale cinese Hudong-Zhonghua Shipbuilding (Group) Co., azienda parte del gruppo China State Shipbuilding Corporation (Cssc), per la costruzione di due portacontainer da 24.000 Teu di capacità. Anche questo investimento fa seguito a un’altra commessa annunciata alla fine del 2019 allo stesso cantiere navale e all’affiliata Jiangnan Shipyard per la costruzione di quattro navi della stessa capacità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY