Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Cold ironing nei terminal passeggeri: parte Savona, Genova insegue

Nel giro di poco più di un anno le navi da crociera attraccate al terminal Costa Crociere di Savona potranno alimentare i sistemi di bordo allacciandosi alla rete elettrica nazionale invece che mediante i propri motori di bordo.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, infatti, ha appena bandito la gara da circa 9 milioni di euro per “progettazione e lavori, fornitura e servizi per la realizzazione del Cold Ironing” nello scalo savonese. Previsto un mese di tempo per le offerte, dopodiché l’aggiudicatario avrà 120 giorni per la progettazione esecutiva e 360 per i lavori: “Obiettivo del sistema è garantire la piena operatività della nave senza l’impiego delle centrali di produzione di energia di bordo. Resta comunque la possibilità di impiego dei sistemi motoelettrici di bordo, compreso l’attingimento dell’acqua mare per i sistemi di raffreddamento” si legge nella relazione tecnica, deducendone che solo per alcune specifiche funzioni l’alimentazione elettrica non sarà obbligatoria.

Questo aspetto che, se confermato, costringerà le navi ad adeguarsi conseguentemente, più che al terminal savonese, dove attraccano solo navi da crociera, potrebbe avere conseguenze più significative a Genova, dato che l’analoga operazione pianificata dall’AdSP per l’area passeggeri di Genova riguarderà anche il fronte traghetti, unità generalmente più datate e meno predisposte a dotarsi della possibilità di alimentazione da rete elettrica di banchina.

Ad ogni modo l’opera, che il piano straordinario legato al Decreto Genova calendarizzava originariamente per il 2021 e quotava a 19,2 milioni di euro, risulta oggi dalla documentazione dell’AdSP in fase di progettazione definitiva (la progettazione di fattibilità tecnico-economica è stata elaborata internamente e non risulta pubblica): l’aggiudicazione di progettazione esecutiva e lavori (valutata ora 20 milioni) è data “in corso” (ma non risultano bandi al riguardo) con conclusione nell’agosto 2021 e inizio lavori nel febbraio 2022.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY