Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

A Luglio nei porti di Genova e Savona prosegue la corsa dei container e recuperano ro-ro e passeggeri

Segnali positivi per il traffico commerciale arrivano dai porti di Genova e Savona nel mese di luglio appena trascorso, periodo durante il quale la movimentazione complessiva di merci in banchina è stata di 5.586.405 tonnellate, pari a un incremento del 22,4% rispetto a luglio 2020. Nel 2019 il totale era stato però pari a 5.962.783 tonnellate, dunque un valore superiore del 6,3% rispetto a quello di quest’anno.

Il calcolo progressivo del periodo gennaio – luglio mostra un volume complessivo di merci imbarcate e sbarcate pari a 37.702.784 tonnellate, ancora inferiore rispetto ai 40,7 milioni dello stesso periodo del 2020 e ai 42,1 milioni del 2008, mentre nel 2020 erano state 33,6 milioni le tonnellate transitate dalle banchine di Genova e Savona.

La port authority ha reso noto che, con quasi 244 mila Teu movimentati nel settimo mese dell’anno in corso, l’andamento progressivo da gennaio al 31 luglio mostra una crescita del +18,7% rispetto allo stesso periodo del 2020, e un aumento del 4,2% nel confronto con i primi sette mesi del 2019.

Per quanto riguarda il traffico convenzionale, che include il traffico rotabile e quello specializzato, nel mese di luglio sono state movimentate 1.427.523 tonnellate di merci con una crescita del 13,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Dati particolarmente interessanti arrivano poi dallo scalo di Genova dove i prodotti metallici e siderurgici, dopo il brusco calo registrato a maggio, hanno avuto una crescita mensile del 153,5% rispetto allo scorso anno. Sempre nel capoluogo ligure un risultato simile è stato registrato dai prodotti forestali con un incremento del 130,2% rispetto allo stesso mese del 2020.

Buoni risultati arrivano inoltre dal traffico rotabile che sembra essere tornato sui livelli pre-pandemia registrando, rispetto al 2019, dei numeri sostanzialmente in linea sia nello scalo di Genova che in quello di Savona-Vado Ligure. Il traffico rotabile ha registrato performance positive in tutti gli scali del sistema: Genova ha chiuso il mese di luglio con un incremento del 10,1% rispetto allo stesso mese del 2020, e un risultato cumulato nei primi 7 mesi pari a 5,2 milioni di tonnellate movimentate (+16,5%). Per quanto concerne i risultati registrati negli scali di Savona e Vado Ligure, l’ultimo mese mostra una crescita positiva rispetto a quanto registrato nel 2020 (+8,5%) e una performance relativa ai primi 7 mesi pari a quasi 2,5 milioni di tonnellate (+25,9%). Rispetto al 2019 i numeri appaiono sostanzialmente in linea sia nello scalo di Genova (+0,6%) che in quello di Savona-Vado Ligure (-2,8%).

Dopo un primo trimestre decisamente negativo per gli olii minerali, a partire dal mese di aprile gli scali del Mar Ligure Occidentale mostrano un risultato in controtendenza confermato anche durante il mese di luglio (+44,1%). Nella stessa direzione, seppur con risultati più contenuti, anche i prodotti chimici, che hanno chiuso luglio poco oltre le 40.000 tonnellate movimentate (+1,4%), e i traffici di olii e rinfuse liquide alimentari che registrano un incremento del 7,5% chiudendo il mese a quasi 38.000 tonnellate movimentate.

Positiva inoltre la performance del settore industriale che registra una crescita del 86,4% rispetto a luglio 2020.

Il comparto dei passeggeri infine ha totalizzato 458.941 passeggeri imbarcati e sbarcati, mostrando una crescita in termini percentuali rispetto allo stesso mese dello scorso anno del 57,8%, indice di una graduale ripresa del settore, sebbene sia ancora ben lontano dai volumi degli anni pre-Covid-19.

Il traffico da funzione crocieristica ha registrato una movimentazione di oltre 66.000 passeggeri durante il mese di luglio. Un risultato sicuramente confortante rispetto allo scorso anno, in cui il mercato crocieristico era bloccato dalle restrizioni in atto per combattere la pandemia, ma ancora lontano dai 185.000 passeggeri registrati nel luglio del 2019.

Il traffico passeggeri da funzione traghetto ha mostrato invece un deciso incremento rispetto al mese di luglio del 2020 (+35,1%) chiudendo il mese con 392.685 passeggeri trasportati.

In termini di risultato progressivo i primi sette mesi del 2021 si chiudono con un volume complessivo di 745.642 passeggeri trasportati su navi traghetto, pari al 40,8% in più rispetto allo stesso periodo del 2020 e a un calo del -38% se confrontato col 2019.

Leggi qua il report dell’AdSP del Mar Ligure occidentale sui traffici nei primi 7 mesi del 2021