Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Tornano piene le navi di Msc Crociere ma a prezzo scontato. Flotta al completo entro l’estate 2022

Genova – Oltre metà delle navi di Msc Crociere sono tornate in servizio e hanno un tasso di riempimento molto elevato ma da un punto di vista della redditività la compagnia ginevrina ha ancora molto terreno da recuperare. Entro l’estate del 2022 la compagnia prevede che tutta la propria flotta torni a essere impiegata al completo e a regime.

È questo, in sintesi, quanto emerso dalla conferenza stampa tenuta a Genova a bordo della nuova nave Msc Virtuosa da Leonardo Massa e Luca Valentini, rispettivamente direttore generale e direttore commerciale di Msc Crociere. “Le nostre navi attualmente viaggiano con una capacità passeggeri limitata al 70-75% a seconda dei casi perché alcune aree e cabine sono riservate a eventuali casi di contagi a bordo” ha spiegato Massa, aggiungendo che in quest’ultimo periodo “praticamente la totalità della capacità disponibile a bordo è occupata”. Dunque navi piene, “grazie al Green pass soprattutto” ma a un costo: “Non posso negare che il riempimento pressoché totale delle navi avviene a fronte però di una riduzione del prezzo medio pagato da ogni passeggero per la crociera. Quanto? Il prezzo medio pagato è estremamente più basso rispetto al passato pre-pandemia” ha spiegato Massa.

Luca Valentini – Leonardo Massa

Le incoraggianti prospettive per il futuro prossimo e i protocolli di sicurezza a bordo sono stati il leit motiv della conferenza stampa durante la quale Msc Crociere ha spiegato di non aver messo in discussione il proprio piano d’investimenti (“E’ stato solo rallentato di alcuni mesi”) e di aver movimentato in Italia circa 1 milione di crocieristi nell’ultimo anno, effettuando oltre 400 scali in 14 porti della Penisola, dove sono state impiegate 8 delle 11 navi rientrate in servizio dopo il lockdown su un totale di 19 che compongono attualmente la sua flotta. “Prevediamo di tornare ad avere tutta al flotta in attività entro l’estate del 2022 anno in cui ci verranno consegnate anche Msc World Europa e Msc Seascape” ha affermato il managing director della compagnia.

Rispetto al totale di questo milione di passeggeri ospitati a bordo negli ultimi dodici mesi il 60% è italiano mentre 21 sono i Paesi scalati tra Mediterraneo, Nord Europa, Arabia Saudita e Caraibi. Ma il cuore della ripartenza – secondo i dati diffusi oggi – è l’Italia, con 14 porti che già hanno ospitato (e ospiteranno entro la fine della stagione estiva) almeno una volta 8 navi delle 11 in attualmente in navigazione.

I porti che maggiormente hanno beneficiato delle crociere di MSC sono stati Genova con 85 scali, Civitavecchia con 60 scali e Bari con 54 scali. Seguono Venezia/Monfalcone (43 scali), Napoli (29 scali), Taranto (28 scali), Siracusa (28 scali), Palermo (19 scali), Trieste (16 scali), Ancona (15 scali), Messina (12 scali), La Spezia (10 scali), Brindisi (2 scali) e Cagliari (1 scalo). Molto positiva la performance dei porti del Mezzogiorno che, nel complesso, hanno collezionato 172 scali, contro i 154 dei porti del Nord e i 76 del Centro Italia, a conferma del fatto che del turismo crocieristico beneficiano ormai gran parte delle regioni italiane e non solo quelle dove hanno sede i porti principali.

Per le prossime stagioni invernale ed estiva la compagnia prevede la graduale ripartenza anche delle altre navi della flotta, in particolare il recente annuncio della riapertura dei confini degli Usa consentirà anche ai turisti italiani ed europei di raggiungere le navi di MSC Crociere posizionate ai Caraibi e Antille non appena il Center for Disease and Prevention determinerà le modalità di ingresso nel paese.

Per la prossima stagione invernale la compagnia ha aperto poi la strada per le crociere in Arabia Saudita grazie a un accordo con Cruise Saudi e gli itinerari di Msc Bellissima che dal 30 ottobre offrirà crociere di 7 notti da Gedda, facendo scalo nei porti arabi di Ras Al Abyad, AlWajh e Yanbu con escursioni ad Aqaba per Petra in Giordania, Safaga per Luxor in Egitto e poi in Arabia Saudita.

Leonardo Massa, Managing Director di MSC Crociere, ha dichiarato: “Questi dati confermano, peraltro, la centralità dell’Italia per l’andamento settore crocieristico a livello internazionale. Siamo sempre stati ottimisti sulla ripartenza delle crociere, che oggi rappresentano – grazie all’adozione di un protocollo di salute e sicurezza estremamente rigoroso – una delle modalità di vacanza più sicure e gratificanti al mondo. C’è grande voglia di viaggiare e i moltissimi ospiti che ci hanno scelto, e continuano a sceglierci, confermano ancora una volta l’appeal intramontabile delle vacanze sul mare”.

N.C.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY