Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Ossigeno per Msc Crociere: estesa una linea di credito revolving da 600 milioni

Proseguono le azioni messe in atto da Msc Crociere per contrastare gli effetti della pandemia sui suoi conti. Oltre agli oltre 700 milioni di euro che riceverà dalla casa madre – la Mediterranean Shipping Company Holding SA – nel corso del 2021, la compagnia ginevrina è riuscita nell’intento di assicurarsi l’estensione della scadenza di una linea di credito revolving da 600 milioni di euro, inizialmente fissata al febbraio 2022 e ora posticipata di un anno.

I vari interventi dovrebbero essere sufficiente a superare l’impatto della crisi scatenata dalla pandemia, in attesa di poter riprendere a pieno regime le operazioni. Come visto recentemente, più della metà delle navi di Msc Crociere sono ad oggi tornate in servizio, con un tasso di riempimento molto elevato (70-75%) ma – come spiegato da Leonardo Massa, managing director per l’Italia della compagnia – “a fronte però di una riduzione del prezzo medio pagato da ogni passeggero per la crociera”.

Msc Crociere conta comunque, ha aggiunto il manager, “di tornare ad avere tutta al flotta in attività entro l’estate del 2022, anno in cui ci verranno consegnate anche Msc World Europa e Msc Seascape”.

F.M.