Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Entrato in funzione a Marghera un nuovo magazzino del terminal container Psa Venice Vecon

Dopo il completamento dei lavori è entrata in funzione una nuova tensostruttura da 2.000 metri quadrati realizzata all’interno degli spazi doganali del terminal container Psa Venice – Vecon di Marghera. Questo spazio consente al terminalista di ampliare il range dei servizi offerti ai clienti del Nord Italia che cercano per le proprie merci spazi coperti e allo stato estero dove stoccare i carichi a seguito di svuotamento dei container.

“Nonostante l’andamento altalenante dei traffici container registrato nel corso del 2021 (dovuto prima alla crisi pandemica poi al caro-noli che ha fatto riversare quote considerevoli di traffico da navi container a navi bulk), la domanda di spazi coperti continua ad essere in costante crescita sul territorio e il nuovo magazzino è risultato subito prezioso per soddisfare efficacemente numerose richieste, in particolare per semilavorati siderurgici (tubi, tondoni, barre, coils) e di altro materiale su bancali” fa sapere Psa Venice Vecon a SHIPPING ITALY.

“Potendo contare infatti sulla gestione del parco container vuoti delle principali compagnie di navigazione che operano sul Porto di Venezia (Cosco, Cma-Cgm, Evergreen, Hapag Llloyd, Yang Ming, One, Tarros e Borchard), rispetto alla concorrenza il nostro terminal presenta il vantaggio di operare con velocità nello svuotamento e rimettere in breve tempo le unità a disposizione delle linee nei termini di franchigia richiesti ai clienti, riducendo così l’impatto dei costi per detention dei container se liberati oltre i tempi contrattuali previsti” aggiunge la nota del terminal.

Il magazzino coperto, come peraltro tutto il resto del piazzale di 40.000 mq dedicato alle altre merci che non richiedono stoccaggio al chiuso, è dotato di sorveglianza h24 ed è gestito da personale del terminal specializzato e con attrezzatura e mezzi dedicati.