Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Da Mds Transmodal e Global Shippers Forum un nuovo rapporto trimestrale sul settore container

Gli importatori e gli esportatori di tutto il mondo stanno registrando un aumento delle tariffe di spedizione di container sulla maggior parte delle rotte, nonostante i costi operativi delle compagnie di navigazione diminuiscano grazie alla riduzione dei costi del carburante e di un migliore utilizzo delle navi. La capacità disponibile continua a rallentare la crescita mentre il commercio globale si riprende dagli shock indotti dal Covid-19 della prima metà del 2020.

Queste sono le conclusioni principali riportate nel nuovo rapporto periodico sul mercato del trasporto via mare di container prodotto dalla società di consulenza per la ricerca logistica Mds Transmodal (Mdst) e dal Global Shippers Forum (Gsf) che rappresenta gli interessi degli spedizionieri a livello globale.

La rassegna del mercato del trasporto di container (Container Shipping Market Quarterly Review) sarà prodotta ogni tre mesi e riporterà, interpreterà e commenterà le tendenze e gli sviluppi nel mercato del trasporto di container.

Un documento che raccoglie e riporta i risultati stimati da Mdst, società leader nel settore della consulenza di trasporto merce, che lavorando di concerto con Gsf ha generato otto nuovi indicatori per mostrare le ultime tendenze del mercato container.

I risultati di sintesi sono mostrati nel “Global Shippers Dashboard” che è codificato a colori per mostrare come gli sviluppi dell’ultimo trimestre abbiano inciso sull’attività degli spedizionieri. Questi otto indicatori verranno aggiornati ogni trimestre non appena saranno disponibili nuovi dati. Tutti i numeri derivano da fonti pubblicamente disponibili, ma Mdst e Gsf sottolineano come sia la prima volta che vengano utilizzati per fornire una prospettiva complessiva sugli sviluppi del mercato container.

Mike Garratt, president di Mds Transmodal, ha commentato: “L’economia globale dipende molto dall’effettiva connettività, capacità e affidabilità dell’industria dei container. È servita da una flotta di circa 5.000 navi portacontainer con una capacità annuale di servizio combinata di 200 milioni di Teu, dove il 90% della capacità sui servizi intercontinentali è controllata dalle prime 10 compagnie di navigazione. Il valore delle merci che trasportano, circa 6-7 trilioni di dollari ogni anno, equivale al Pil combinato di Germania e Regno Unito. Questa revisione trimestrale cerca di riunire e analizzare l’offerta, la domanda e le prestazioni dei servizi forniti dalle compagnie di navigazione, utilizzando sistemi di codifica per facilitare i riferimenti incrociati tra i vari indicatori”. Poi ancora ha aggiunto: “Nelle edizioni future, estenderemo la ricchezza dei dati e delle analisi includendo ad esempio le quote di mercato delle compagnie di navigazione e indicatori di sulla logistica”. Un lavoro rivolto in particolar modo a spedizionieri, porti, linee di navigazione, regolatori, governi e istituzioni internazionali.

James Hookham, segretario generale di Global Shippers Forum, a sua volta ha così commentato: “Gli spedizionieri stanno sperimentando enormi fluttuazioni nelle tratte di scambio globali, nella qualità dei servizi e notevoli aumenti nelle tariffe spot. L’analisi del mercato del trasporto di container mira a fornire loro una panoramica di ciò che sta accadendo e consentirgli di valutare i cambiamenti che stanno vivendo”. Non solo: “I dati e l’esperienza nel settore di Mdst aiuteranno gli spedizionieri ad analizzare gli andamenti del mercato e consentiranno inoltre al Gsf e ai suoi associati di fornire ai governi nazionali e alle agenzie internazionali una base di dati attendibili per valutare l’operato degli operatori di un settore vitale per le economie nazionali e per il commercio globale”.