Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

La banchina Enel di Piombino diventerà al servizio della cantieristica navale

Grazie a un accordo raggiunto tra Enel e Confindustria di Livorno Massa Carrara, la banchina portuale dell’ex centrale elettrica di Torre del Sale, nel territorio comunale di Piombino, potrà esser utilizzata dai cantieri nautici toscani per il varo e l’alaggio di megayacht. L’accordo prevede che la Confindustria territoriale coordinerà gli adempimenti per le relative istruttorie.

Tra gli interessati dall’intesa Sicmi Sea Style, società specializzata nella costruzione di scafi per megayacht da oltre 50 metri.

Paolo Tartaglia, responsabile degli impianti termoelettrici del centro Italia di Enel, ha commentato: “Cogliamo agevolare il più possibile una transizione industriale: questo accordo nasce per mettere a disposizione del territorio una nostra infrastruttura per il varo della cantieristica locale”.
“Si tratta di un altro tassello importante nel quadro dei progetti che stiamo supportando per incrementare la reindustrializzazione del territorio” ha sottolineato Piero Neri, presidente della Confindustria costiera. “Le attività legate alla navalmeccanica si stanno diffondendo in maniera interessante, a conferma della complementarietà con la siderurgia”.

Le aziende operanti nel comparto della cantieristica, in funzione dell’intesa, potranno avvalersi del supporto di Confindustria per le rispettive esigenze produttive, con la prospettiva che la costruzione di megayacht contribuisca ad arricchire la filiera industriale.

L’ex centrale termoelettrica a olio combustibile di Torre del Sale risulta ufficialmente fuori servizio dal 2015. Nell’ottobre 2020 sono state avviate le attività propedeutiche all’avvio del cantiere della società Stigliano Sviluppo che ha poi avviato le attività di demolizione alla fine dell’anno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY