Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

La nave Sapphire destinata a uscire dalla flotta Finbeta

La società armatoriale savonese Finbeta si prepara a portare a termine un’ulteriore cessione che rientra nel già annunciato programma di ringiovanimento della propria flotta.

E’ infatti destinata a una prossima dismissione la nave chimichiera Sapphire, costruita nel 1997 dall’allora Cantiere Navale Morini di Ancona e che la stessa Finbeta ha operato fino ad oggi quasi esclusivamente nel Mar Baltico. Da un avviso di cancellazione e dismissione di bandiera pubblicato dalla Capitaneria di porto di Ancona si apprende che la nave in questione è destinata alla “vendita all’estero” ed è prevista la “successiva iscrizione della predetta unità in un Paese extra U.E. ai sensi dell’art. 156 del Codice della Navigazione”.

In effetti, secondo quanto risulta a SHIPPING ITALY, per la nave Sapphire da 15.700 metri cubi di capacità sarebbero già in corso negoziazioni propedeutiche a una sua uscita della flotta Finbeta. E’ probabile però che questa unità venga successivamente rimpiazzata da una nave più moderna così com’era avvenuto lo scorso anno quando prese forma la cessione della nave Granato quasi contestualmente all’ingresso (in time charter con opzione d’acquisto) della chimichiera Cevdet A (poi ribattezzata Rubino).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY