Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Logtainer aggiunge 6 treni container da Livorno e Tdt mira al raddoppio della quota ferroviaria

Livorno – L’arrivo della nuova linea container diretta fra il porto di Livorno e gli Stati Uniti porta con sé anche un potenziamento dell’offerta di trasporto intermodale per le compagnie da e per lo scalo toscano. Lo ha annunciato, in occasione del primo scalo della nave Chicago Express, il direttore generale di Terminal Darsena Toscana, Marco Mignogna, sottolineando che il nuovo servizio integrato di manovre ferroviarie appena assegnato a Mercitalia Shunting & Terminal migliorerà l’efficienza delle operazioni. “Collegate a questo nuovo servizio di linea con gli Stati Uniti avremo 6 nuove tracce ferroviarie a settimana, quindi 12 treni in e out, per il Nord-Est Italia” ha rivelato Mignogna, aggiungendo inoltre che “l’obiettivo nei prossimi due anni è quello di raddoppiare la quota di trasporto ferroviario che viene utilizzata per l’arrivo o la partenza dei container dal nostro terminal. La quota attuale della ferrovia è pari al 12% del totale di Teu movimentati annualmente”.

L’organizzazione e la commercializzazione di questi 12 nuovi treni settimanali dal Terminal Darsena Toscana “è interamente in capo a Logtainer” come annuncia a SHIPPING ITALY l’amministratore delegato del Mto, Guido Nicolini. “Saranno tre treni 3 verso Rubiera (Reggio Emilia), che dunque saliranno a 7 complessivi da Livorno, e altri 3 da e per Padova, che salgono così a 6 in totale”.

Nei giorni scori la port authority livornese aveva reso noto che nel nuovo regolamento di amministrazione demaniale sono previsti “incentivi in forma di riduzione dei canoni per le imprese terminalistiche che vorranno aumentare la quota intermodale”.

N.C.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY