Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

L’Antitrust rinvia a fine luglio la sanzione a Tirrenia Cin e Moby per abuso di posizione dominante sulla Sardegna

L’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato ha annunciato di aver prorogato ulteriormente, dal 31 maggio al 31 luglio prossimo, il procedimento di rideterminazione della sanzione da 29,2 milioni di euro che aveva inflitto a Compagnia Italiana di Navigazione e Moby nel febbraio del 2018 per abuso di posizione dominante nel trasporto marittimo delle merci da e per la Sardegna.

A maggio del 2019 una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio aveva parzialmente accolto il ricorso presentato da Moby e Cin disponendo la rideterminazione della sanzione e dopo quel pronunciamento la stessa Autorità Antitrust aveva fatto sapere di voler attendere l’esito del Consiglio di Stato prima di procedere (entro 60 giorni) con la rideterminazione.

Termine che sarebbe appunto scaduto il 31 maggio perché la sentenza del Consiglio di Stato è arrivata l’1 aprile scorso e ha visto respinti tutti ricorsi presentati confermando quindi la sentenza del Tar Lazio (accertamento dell’abuso di posizione dominante e ricalcolo della sanzione).

A questo punto, salvo ulteriori proroghe che nelle vicende di Moby e Cin stanno diventando la regola più che l’eccezione, di quanto verrà ridotta (rispetto a 29,2 milioni di euro) la sanzione inflitta a Moby e Tirrenia Cin lo si dovrebbe scoprire entro il 31 luglio 2021.