Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Finbeta si prepara a salutare anche la nave Turchese

Finbeta si sta preparando a far uscire dalla sua flotta la Turchese, nave chimichiera realizzata nel 2000 dal Cantiere Navale Mario Morini di Ancona con capacità di 13.850 metri cubi. Un avviso della Capitaneria di porto di Ancona informa infatti che la società armatoriale savonese ha dichiarato di voler dismettere la bandiera italiana dalla nave e ne ha pertanto richiesto la cancellazione dal registro internazionale per procedere con l’iscrizione in un quello di un paese non comunitario. Secondo quanto risulta a SHIPPING ITALY, ad oggi sono già in corso le trattative per la possibile cessione della nave.
Destinata a uscire dalla flotta di Finbeta, come riferito nei mesi scorsi, è anche la Sapphire, chimichiera da 15.700 metri cubi di capacità per la quale la società savonese ha avviato lo scorso marzo una analoga procedura burocratica. In questo caso Finbeta vorrebbe prima assicurarsi la disponibilità di una nave (più moderna) con cui rimpiazzarla prima di procedere con la cessione. Lo stesso iter era stato seguito con la vendita della Granato, avvenuta quasi contestualmente all’ingresso (in time charter con opzione d’acquisto) della chimichiera Cevdet A (poi ribattezzata Rubino).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY