Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Nuovo attacco informatico: la vittima questa volta è Cma Cgm

Dopo Maersk e Msc, anche la compagnia di navigazione francese Cma Cgm è rimasta vittima di un attacco informatico. Il sito web del gruppo marsigliese è fuori uso e la stessa azienda ha pubblicato un avviso sul proprio account Twitter nel quale si legge che “gli accessi dall’esterno al sito e ai sistemi IT di Cma Cgm sono attualmente fuori uso. Le squadre di addetti stanno lavorando per risolvere il problema e ripristinare l’operatività”. La comunicazione si conclude invitando i caricatori a contattare gli agenti locali di Cma Cgm per le operazioni di booking. La controllata Ceva Logistics non sarebbe stata coinvolta da questo disservizio.

Secondo quanto riporta Lloyd’s List l’attacco sarebbe avvenuto con un ransomware Ragnar Locker e al gruppo francese sarebbe stato detto di mettersi in contatto entro due giorni con gli autori via live chat e pagare il riscatto richiesto per ottenere la chiave in grado di riaprire il sistema informatico.

Anche la filiale italiana di Cma Cgm, secondo quanto risulta a SHIPPING ITALY, è coinvolta da questo blackout del sito web e del sistema IT di prenotazione delle spedizioni. Qualcosa di molto simile a quello che in tempi recenti era già avvenuto anche ad altri due big del trasporto marittimo di container, vale a dire Maersk e Msc. In entrambe i precedenti casi erano serviti alcuni giorni per ripristinare completamente la regolare operatività.