Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Trieste Marine Terminal ha chiuso il 2020 con traffici in linea con l’anno record precedente

Il Trieste Marine Terminal nell’anno appena trascorso ha resistito all’impatto dell’emergenza pandemica di Covid-19 sull’economia e sui traffici da e per il Nord Adriatico. Lo ha reso noto a SHIPPING ITALY lo stesso terminal container partecipato pariteticamente da To Delta e da Msc rivelando che nel 2020 sono stati movimentati 687.921 Teu, pari a un -0,11% rispetto ai 688.647 del 2019. In termini di contenitori al Molo VII di Trieste sono stati imbarcati e sbarcati 427.504 box nell’esercizio passato, in calo del -2,29% rispetto al 2019.

Dunque un 2020 con traffici sostanzialmente stabili rispetto all’anno precedente che aveva fatto segnare il record storico del terminal nel porto giuliano.

“Nello specifico -2,29% per i contenitori e -0,11% per i Teu a fronte ‘dell’annus horribilis’ 2020 che ha visto, anche a causa del Covid 19 e delle relative ripercussioni sull’economia mondiale e sui traffici internazionali, ben più significative perdite di traffico registrate in molti altri porti” commentano da Trieste Marine Terminal. “E’ mancata la crescita a doppia cifra che aveva caratterizzato gli ultimi anni precedenti ed alla ripresa della quale continuiamo a lavorare con determinazione. Tmt è riuscita, comunque, a mantenere elevato il livello del traffico continuando a garantire continuativamente il servizio ai clienti sia per le attività portuali che logistiche e dei collegamenti intermodali”.

Il futuro prossimo sarà però contraddistinto da incertezza: “Sul futuro, a breve ed a medio termine, non vi sono ancora certezze in quanto la pandemia da Covid 19 è ancora, purtroppo, presente e incombente e continua a condizionare, fortemente, la ripresa economica, i consumi e i traffici internazionali”. Volendo però guardare il bicchiere mezzo pieno da Trieste Marine Terminal sottolineano che “nel 2021 il vaccino deve essere l’arma vincente a cautela generale della salute, il bene primario, e da questo può derivare un ‘rimbalzo’ positivo e di crescita importante per l’economia mondiale e i traffici ad essa collegati”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY