Il quotidiano online del trasporto marittimo

Nicola Capuzzo - Direttore Responsabile

Carmelo Noli ipoteca il rimorchio a Savona e Vado per i prossimi 15 anni

Rimarrà con ogni probabilità in capo a Carmelo Noli, ovvero all’operatore uscente, il servizio di rimorchio nei porti di Savona e Vado Ligure nei prossimi 15 anni.
Come spiegato a SHIPPING ITALY dal Responsabile Unico del procedimento, Cp Giuseppe Cannarile della locale Capitaneria di Porto, al termine dell’ultima seduta pubblica che ha avuto luogo un paio di giorni fa la compagnia parte del gruppo Scafi si trova infatti in pole position, con un punteggio (riparametrato) di 100 punti che la colloca prima del secondo (e unico altro) partecipante.

Questo come noto è Svitzer, società parte del gruppo Ap Moeller Maersk (lo stesso cui fa capo Apm Terminals, concessionaria del nuovo terminal container di Vado), che ha ottenuto 92,15 punti. Numeri che tengono conto sia dell’offerta economica (che pesava per il 75%) sia di quella tecnica (25%) presentata dai due operatori. Nel dettaglio, aggiunge Cannarile, la proposta di Carmelo Noli ha un valore di 102 milioni di euro (6,8 milioni/anno), mentre quella della rivale Svitzer indicava una previsione di 108 milioni (7,2 milioni/anno), il tutto a fronte di un valore stimato inizialmente di circa 127 milioni di euro.

Da evidenziare anche che la proposta dell’operatore savonese prevede il rispetto della clausola sociale (pure non prevista come requisito obbligatorio dal contratto), peraltro non solo con il mantenimento degli attuali nove equipaggi (per un totale di 27 persone), ma con l’aggiunta di un decimo (per complessivi 30 addetti).

Quanto ai tempi di conclusione dell’iter, questi si stima potranno essere piuttosto rapidi. Dopo il completamento delle verifiche di congruità dell’offerta con il piano economico-finanziario dei prossimi 15 anni della società, la Capitaneria stima infatti di poter arrivare dopo Ferragosto alla aggiudicazione provvisoria del servizio a Carmelo Noli. In assenza di anomalie dell’offerta la previsione è quindi di poter arrivare già al massimo entro la fine di settembre alla firma del contratto vero e proprio.

La Capitaneria di Porto di Savona, che dal 2019 è sotto la guida de Comandante Francesco Cimmino, è stata la prima autorità marittima a dare il via al rinnovo della concessione del servizio di rimorchio dopo l’entrata in vigore del codice italiano degli appalti e del regolamento 352/2017 dell’Unione europea sui servizi tecnico-nautici, con la pubblicazione del bando avvenuta lo scorso febbraio. L’iter è stato inoltre avviato nei porti di Livorno e Civitavecchia, mentre a Carrara si prevede la pubblicazione del relativo bando nel mese di settembre.

F.M.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA GRATUITA DI SHIPPING ITALY